Una vera smart city che raccoglie le sfide del futuro

Bollate ha già intrapreso la strada della digitalizzazione di molti servizi e attività: abbiamo una sistema di segnalazione dei problemi della città direttamente svolto dai cittadini (l’app Municipium), nuovi semafori intelligenti che possono essere controllati direttamente dalla centrale operativa della Polizia Locale, abbiamo attivato 9 zone di Wi-Fi gratuito attraverso un finanziamento europeo (WiFi4EU), abbiamo potenziato il sistema di videosorveglianza e riconvertito le telecamere della ZTL, abbiamo sostituito l’illuminazione pubblica con corpi illuminanti a led e che possono essere equipaggiati con videocamere di contesto per il controllo del territorio e con strumenti che possono analizzare in tempo reale la qualità ambientale bollatese (concentrazione di inquinanti, qualità dell’aria). 

Capitolo importante sul quale ci impegneremo ad agire è quello della creazione di una “Smart Mobility”, che racchiude in sé una concezione della mobilità urbana che integra molteplici modalità di trasporto al fine di garantire la massima efficienza di spostamento, flessibilità, sicurezza e convenienza. Tramite l’integrazione delle nuove tecnologie digitali con i trasporti pubblici, le infrastrutture urbane esistenti e le nuove modalità di sharing dei veicoli, le applicazioni di Smart Mobility mirano a ridurre il traffico e l’inquinamento, a creare flussi intelligenti e senza interruzioni, e a rafforzare le economie di scala per promuovere una mobilità accessibile a tutti. Inserita in un contesto più ampio di Smart City, la Smart Mobility contribuisce ad innalzare gli standard di sostenibilità, vivibilità e dinamismo economico delle città del futuro. 

Direttamente connesso con la “Smart Mobility” – e sua naturale evoluzione – è il progetto di “Smart City”: quando parliamo di Smart City non ci riferiamo solo ad una nuova generazione di tecnologie ma anche a  efficienza energetica, sostenibilità ambientale, rapporti con l’amministrazione pubblica e molto altro, con lo scopo finale di semplificare la vita delle persone e migliorarne la qualità mediante l’ottimizzazione della gestione quotidiana dei servizi pubblici ai cittadini (mobilità, rifiuti, servizio idrico, pulizia delle strade e degli spazi pubblici, decoro, gestione incidenti, sicurezza) e grazie all’unione delle forze e dei sistemi di monitoraggio di infrastrutture e servizi. 

Le nostre proposte

  • diffusione della mobilità elettrica: aumentare le infrastrutture per la ricarica dei veicoli;
  • introduzione di piattaforme digitali per raccogliere e analizzare i dati da una varietà di fonti, dando vita a città più intelligenti;
  • maggiore interazione per il tramite di dispositivi wireless personali;
  • cybersecurity: con la rapida crescita dell’uso di dispositivi connessi vi è una forte preoccupazione per la situazione cyber attacchi;
  • dotare l’arredo urbano di prese USB per la ricarica dei device personali;
  • creare un ambiente per “l’infomobilità” per erogare informazioni personalizzate e contestualizzate geograficamente su mobilità, traffico, itinerari, orari, coincidenze e percorsi dei mezzi pubblici e principali attrattori culturali presenti in zona;
  • smart mobility.